2016/17 Economia applicata, Economia Industriale, Fiscalità Internazionale

bibita grande 300x225. modificata jpgbibita alla maracuja prodotta dagli studenti

Programma di Economia applicata 2016/17 di Michela Mantovani

Il programma del corso introduce i concetti fondamentali delle industrie culturali del made in Italy e made in Calabria con focus su  moda, artigianato ed enogastronomia. Con  particolare riferimento alla  “Dieta Mediterranea” inscritta alle liste Unesco come Patrimonio immateriale dell’ umanità e come cultura scientifica dell’ alimentazione.. 

Il corso è stato modulato per fornire agli studenti gli strumenti necessari per poter comprendere le forme e le determinanti per la valorizzazione di beni e servizi per i processi di internazionalizzazione delle imprese.

Impostazione del corso :

Il corso prevede una parte teorica e una pratica. 

La parte pratica consiste in  un project work da presentare a fine corso nei settori moda/ enogastronomia/ dieta Mediterranea.  Gli studenti dovranno scegliere un’azienda o un azienda di servizi calabrese che opera in questi comparti  studiarne i profili, le strategie aziendali e possibili restyling. Gli studenti lavoreranno in gruppi o individualmente ma tutti devono essere un unico team. La presentazione del lavoro sarà con un  pic oppure con un video.

La parte pratica sarà supportata dal laboratorio CAT- Lab e dall’ Associazione culturale Quality life management che ne organizzeranno lezioni propedeutiche, cicli di seminari e workshop.

I testi consigliati sono: Mantovani M Economia e management della moda e del Made in Italy   e  I love my book ( e-book interattivo) in corso di creazione.

Programma di Economia industriale anno 2016/17 di Michela Mantovani

L’ obiettivo del corso è quello di introdurre i concetti fondamentali delle industrie culturali del made in Italy e delle eccellenze del made in Calabria. In particolare l’industria nei settori dei beni e delle attività culturali, del turismo,  del cineturismo , del cinema, del Product placement. Un particolare attenzione verrà attribuita al brand  (alla marca)  come bene immateriale. Un modulo sarà riservato al commercio internazionale. 

Il corso è stato modulato per fornire agli studenti gli strumenti necessari per poter comprendere le forme e di  valorizzazione di beni e servizi  determinanti per i processi di internazionalizzazione delle imprese.

Impostazione del corso :

Il corso prevede una parte teorica e una pratica.

La parte pratica consiste in  un project work da presentare a fine corso nei settori beni ed attività culturali / turismo/ incentivi e benefici per il cinema.  Gli studenti dovranno scegliere un azienda o un bene culturale o attività culturale  calabrese che opera in questi comparti  studiarne i profili, le strategie aziendali e possibili restyling. Gli studenti lavoreranno in gruppi o individualmente ma tutti devono essere un unico team. La presentazione del lavoro sarà con un  pic oppure con un video.

Questa parte pratica sarà supportata dal laboratorio CAT- Lab e dall’ Associazione culturale Quality life management che ne organizzeranno lezioni propedeutiche, cicli di seminari e workshop.

Modulo I Industrie culturali e Branding 
1) Economia delle industrie creative in Italia
2) Lineamenti di Economia e politica dei beni culturali 
3) Lineamenti di economia del turismo: Il caso studio dell’ Isola caraibica di Barbados come luxury brand. 
5) Il Cineturismo

6) Incentivi all’ industria cinematografica

7) Product Placement

8) Funzioni economiche della marca 
9) Regolamentazione e dinamica delle marche come beni immateriali. 

Modulo II il commercio internazionale 
1) Il mercato globale e le sue caratteristiche 
2) Evoluzione e tendenze del commercio internazionale. 
3) Gli accordi internazionali di collaborazione e le alleanze tra imprese. 
4) Il mercato premium degli Stati Uniti.

Testi consigliati

Mantovani M Lezioni di economia pubblica dei beni culturali (2008) (ad esclusione del capitolo IV) Torino, Giappichelli 

Programma di Scienza delle finanze 2016/17 di Michela Mantovani